breaking news

Villalba, tre punti tutti grinta e cuore

settembre 29th, 2019 | by Carmine D'urso
Villalba, tre punti tutti grinta e cuore
News
0

La prima vittoria della stagione, per il Villalba Ocres Moca 1952, arriva dopo una partita sofferta e combattuta fino all’ultimo minuto. Un Eretum Monterotondo coriaceo e ottimamente amalgamato si e’ giocato le sue canches fino al 95esimo, quando il triplice fischio ha decretato la fine delle ostilità. Una gara equilibrata decisa dagli episodi, equamente ripartiti, nei quali i padroni di casa si sono fatti trovare decisamente più pronti: partenza razzo del Villalba con Langiotti che sulla fascia sinistra fa il bello e cattivo tempo. Dopo una manciata di minuti il numero tre in maglia bianca si incunea nell’area di rigore e mette dentro un pallone rasoterra che Mereu non deve far altro che calciare in rete. Il gol del vantaggio dura poco, perché il collega di reparto degli ospiti appena in area infila Provaroni con un euro gol di sinistro sotto l’incrocio. Ma il Villalba e’ in giornata e Regis dal fondo, stessa fascia da cui Langiotti aveva propiziato l’1-0, riesce a trovare un angolino su cui nulla può l’estremo difensore ospite: 2-1 e per l’Eretum ancora tutto da rifare. Un buco centrale stavolta e’ fatale a Pulci e Ranieri che vengono infilati dal centravanti giallo blu che fa 2-2. Ma la gara non finisce mai e ancora Marco Langiotti si propone dalla sinistra e viene atterrato da un intervento scoordinato di un difensore eretino: rigore e ammonizione, ma soprattutto Taverna dal dischetto riporta avanti i suoi. Per il fallo subito Langiotti e’ costretto a lasciare il terreno di gioco e questa e’ l’unica nota negativa del primo tempo per la squadra di mister Diego Leone. Nella ripresa un sontuoso Taverna ha dettato i ritmi del gioco andando anche ad interdire e manovrando in maniera impeccabile, mentre insieme a lui si sono distinti i centrali Pulci e Ranieri, orfani del capitano Scotto Di Clemente, che hanno rintuzzato colpo su colpo gli attacchi avversari, e il solito Alessio Bari, preziosissimo nell’ultimo quarto di gara nel dare polmoni e vitalità al centrocampo del Villalba. Nota a parte per il portiere Flavio Provaroni, che ha salvato il risultato con almeno un paio di interventi provvidenziali a tu per tu con le punte eretine. Tre punti vitali per la formazione tiburtina che risale la classifica e lo fa col piglio della squadra che crede nei propri mezzi. La grinta e il cuore mostrato nei 98 minuti totali di gara hanno mandato in visibilio i tifosi della Brigata biancorossoblu, che hanno applaudito convinti e soddisfatti al triplice fischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *