breaking news

In trasferta e’ un “Villalba ammazzagrandi”

dicembre 16th, 2018 | by Carmine D'urso
In trasferta e’ un “Villalba ammazzagrandi”
News
0

Altra impresa per la formazione di mister Diego Leone, che va ad espugnare il campo del Valle del Tevere. Il Villalba Ocres Moca 1952 vince con merito in casa di una pretendente al salto di categoria, con una condotta di gara accorta e intelligente. Dopo aver tenuto bene il campo nel primo tempo, mai in difficoltà, nella ripresa la gara si e’ fatta molto più interessante. Gli ospiti hanno approfittato delle maglie più larghe dei padroni di casa, andando a pungere in contropiede. Due o tre le ripartenze veloci di Bari e compagni, con Fagioli sempre protagonista attivo e assist man in occasione del gol: bello il possesso palla della punta tiburtina, che e’ stata abile a disimpegnarsi su due avversari e cambiare campo a favore del neo acquisto, Federico Giulitti. L’attaccante ha controllato da par suo, ha fintato il tiro portandosi il pallone dal destro al sinistro e ha poi lasciato partire un tiro perfetto che si è spento sul secondo palo, alle spalle del portiere avversario. Nonostante una veemente reazione del Valle del Tevere, che ha messo dentro l’area di rigore del Villalba numerosi cross, la difesa di Leone e’ stata insuperabile, con i centrali Scotto e Ranieri abilissimi nel gioco aereo. Nota di merito va a Eduardo Fagioli, in versione uomo ovunque e rifinitore, mentre l’esordio di Giulitti, ex Tor Sapienza, e’ stato col botto. Bene anche Rossi e il solito carro armato Alessio Bari, in questo momento quasi imprescindibile per il centrocampo tiburtino.
Alla fine risultato pieno portato a casa con merito, soprattutto in considerazione dell’undici con cui si confrontava il Villalba. Inizia a vedersi la mano di mister Leone: una squadra compatta, sempre nei 30 metri, mai in affanno nonostante la caratura dell’avversario, seconda forza del campionato e ancora una volta bloccato a domicilio, come era già avvenuto nel caso di quasi tutte le prime della classe. Domenica prossima gara delicatissima contro il fanalino di coda Civitavecchia 1920, per cercare quei tre punti che potrebbero dare linfa vitale alla classifica, ma soprattutto per espugnare le mura amiche, dalle quali mancano quei 5-6 punti che oggi avrebbero dato tutta un’altra dimensione a questo campionato nella categoria top regionale. I tifosi affilano le proprie armi: cori e striscioni sono pronti a fare bella mostra per sostenere una volta di più i propri beniamini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *