breaking news

Villalba forza 3, cade anche la Maglianese

dicembre 3rd, 2017 | by Carmine D'urso
Villalba forza 3, cade anche la Maglianese
News
0

Un predominio assoluto, devastante, disarmante: Il Villalba Ocres Moca 1952 annienta la Maglianese, giunta al campo Ocres con la velleità di espugnare il fortino tiburtino. Gli ospiti mettono in campo anche alcuni nuovi innesti giunti dal mercato invernale, su tutti la punta Di Gennaro, tra le migliori della categoria, ma non e’ bastato. Gli avanti del Villalba sono tutti in palla, e mister De Filippo azzecca la formazione con l’under di Lega Panetta e De Cenzo in campo e Prioteasa in panchina, per una normale turnazione necessaria in un momento fondamentale della stagione, onde far rifiatare tutti gli uomini della rosa.
Maiuscola e impressionante la gara di Simone Silvestrini, uomo ovunque della partita, ‘man of the match’ senza discussione alcuna: ha procurato il rigore con cui Petrangeli ha sbloccato il risultato, ha fornito assist a ripetizione, ha fatto da filtro in fase di non possesso e da rifinitore nei ribaltamenti di campo; per concludere, fondamentale in almeno 5-6 occasioni con diagonali difensive perfette sugli attacchi avversari: Non una sbavatura, non un passaggio sbagliato, consigli ai più giovani, collante infinito tra difesa e attacco, grande personalità, tanto da fare il paio con quella di Iannotti, altro protagonista di giornata.
Il numero dieci del Villalba ha azzeccato un destro a giro sul palo più lontano che ha fatto spellare le mani ai tifosi, raddoppiato il vantaggio e spianato la strada per irrobustire una classifica a dir poco prestigiosa.
Note di merito anche per i due giovanissimi esterni bassi, un tempo chiamati terzini, Casuccio e Picano. Auguri soprattutto al primo, che esce per un infortunio e che riceverà la diagnosi medica nelle prossime 24 ore. A concludere prove di sostanza e senza fronzoli per “Superman” Anselmi e il tecnicissimo Pomposelli, a segno anche per il gol del 3-0 finale sugli sviluppi di un calcio piazzato. E i tifosi sognano, e il sogno cresce, fino a diventare reale e concreto. Bello guardare tutti dall’alto in basso, dalla prima giornata e sino ad oggi. I presidenti Scrocca e D’Autilia lo sanno e stanno progettando il futuro, un futuro “eccellente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *