breaking news

Villalba ancora sconfitto, zona play out sempre più vicina

marzo 29th, 2016 | by Villalba Calcio

Primo dato, il Villalba 1952 sta rischiando di adagiarsi su una tranquilla classifica che rischia di compromettersi da un momento all’altro. Secondo dato: Atletico Olevano e Castelnuovese Calcio, formazioni invischiate pienamente nella lotta per non retrocedere e in zona play out, hanno vinto e recuperato altri tre punti sul Villalba, ora distante cinque lunghezze. Terzo e più importante commento, necessario in un frangente che diventa strategico non sottovalutare, sono entrambe formazioni in netto crescendo atletico e di risultati: addirittura la Castelnuovese e’ andata a vincere in casa dell’Aces Casal Barriera, squadra ostica che ha interrotto, un mese fa circa, la striscia di quattro vittorie consecutive dei ragazzi di mister De Filippo. Insomma, congiuntamente alla penuria di risultati, di punti e di vittorie, la rincorsa delle concorrenti che risalgono dai bassifondi della classifica dovrebbe preoccupare e non poco. E’ il caso si inizi a fare discorsi guardandosi le spalle e non piu’ anelando ai play off, ormai sempre piu’ lontani. Non intavoliamo un pessimismo cosmico dovuto ad una distanza siderale dallo stesso Aces Casal Barriera, sconfitto e ancora in piena zona spareggi, in fondo si tratta di soli otto punti, 40 contro 32; ma sono le prestazioni che preoccupano, il calo di concentrazione di Vivirito e compagni, la mancanza di una punta che sia una che faccia la differenza, che segni anche quando la squadra non gira, che capitalizzi al massimo anche un contropiede sporco o una diagonale difensiva mancata dagli avversari. Invece manca tutto questo, manca la determinazione, il piglio di chi non molla mai, la voglia di emergere, che avevamo segnalato e lodato nella striscia di vittorie consecutive ad inizio anno. Nulla e’ perduto e guai a fare allarmismi che conducono a isterie collettive e ansia da prestazione. Ma dalla prossima gara serve crederci per lasciarsi alle spalle un periodo buio, nero come la pece.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *